Tratto dall'edizione numero 23 del 10/02/2023

Fenomenologia del Festival

di Claudio Brachino

scritto il

Ci voleva un Capo dello Stato che si cala, con simpatia, nel regno del pop e ci ricorda che quella è la nostra Carta. Meno male dunque che Sanremo c’è.

Un terremoto apocalittico, una guerra che sembra senza fine e i nostri mutui così alti da dover vendere la casa. Però si parla solo del festival. In fondo, meno male che Sanremo c’è. Cosa sarebbe l’Italia senza questo mese di polemiche vere e finte, intrecciate a canzoni belle e brutte, il tutto annodato a questo miscuglio di alto e basso che ci lascia attoniti intontiti divertiti smarriti ammirati qualche volta arrabbiati.