Tratto dall'edizione numero 9 del 04/11/2022

Autonomie: di più a chi ha tanto e ancor meno a chi ha poco

di Redazione Il Settimanale

scritto il

Un regionalismo a due velocità rischia di aumentare le discriminazioni nel Paese. Meglio lasciare mano libera ai Comuni, dove si può incidere su servizi e qualità della vita.

Una premessa. Chi vi scrive è un autonomista convinto. L’autonomia è una qualità sia nella vita privata sia pubblica, quindi anche nelle istituzioni. Sono stato magistrato autonomo da tutti i poteri e dalle correnti. Sindaco autonomo fuori dai grandi partiti al governo con una coalizione civica. Sostenitore dell’autonomia nei rapporti tra pubblico e privato. Autonomia non vuol dire isolamento, anzi. Presuppone forza, collaborazione, spirito di squadra, indipendenza.