Tratto dall'edizione numero 16 del 23/12/2022

Non di sola pandemia e guerra si nutre l’infelicità sul lavoro

di Antonio Dini

scritto il

Lockdown, lavoro da remoto e crisi economica causata dal conflitto ucraino hanno di certo un impatto sul mondo produttivo. Ma non bastano a spiegare il diffuso malessere tra lavoratori e dirigenti

Diciamoci la verità: la pandemia non è il problema. Il rapporto tra felicità, lavoro ed economia in generale non è legato al lockdown o alla scoperta del lavoro a distanza. Certo, l’impatto c’è stato, e dagli Usa sono arrivati termini come burnout, quiet quitting, Great Resignation.