Tratto dall'edizione numero 10 del 11/11/2022

Bari: come godersi la città fuori stagione

di Carmen Rolle

scritto il

Un weekend nella città pugliese: San Nicola, certo, ma anche il recupero di splendidi edifici liberty e tutte le novità a tavola e nell’ospitalità.

Che la Puglia sia tra le prime destinazioni turistiche italiane è risaputo. Meno noto è che tra le mete pugliesi preferite ci sia una new entry. È Bari, che si è guadagnata un terzo posto dopo le più consuete Lecce e Foggia, con un 20 per cento dei flussi turistici estivi. A dirlo sono i nuovi dati dell’Osservatorio di Pugliapromozione, secondo cui il capoluogo della regione registra anche un cinque per cento in più negli arrivi e un 23 per cento in più nelle presenze. Non c’è da stupirsi: trascurata dai turisti che transitano per imbarcarsi nel suo attivo porto, Bari riserva sorprese. Come aveva già indicato la prestigiosa Lonely Planet che l’aveva inserita, unica meta italiana, nella sua classifica delle destinazioni europee da vedere nel 2019. Negli ultimi anni la città ha visto cambiamenti urbanistici che hanno restituito bellezza agli eleganti quartieri murattiano e umbertino, alla suggestiva Bari vecchia, al lungomare. Un lifting che la pone nella lista delle città da visitare anche in autunno o nel primo inverno, grazie al clima tiepido del Mediterraneo.