Tratto dall'edizione numero 8 del 28/10/2022

Telemedicina, l’Abruzzo fa scuola con Lviiier

di Redazione Il Settimanale

scritto il

L’app dell’impresa teramana ha due milioni di utenti reali e si è rivelata decisiva nelle diagnosi precoci dell’autismo: altre 16 regioni già interessate.

Lo sviluppo della telemedicina è tra le missioni del PNRR, che in Italia prevede investimenti per raggiungere almeno 200mila persone entro il 2025. In Abruzzo c’è una società, la Lviiier Srl con sede a Sant’Atto (Teramo), che si occupa di telemedicina da anni e che di utenti reali ne aveva già due milioni al momento della stesura del Recovery Plan.